SEGUICI
Piazza Santa Rosa
Orari:
da martedì a domenica 10.00-13.00 e 14.00-18.00.
Le visite guidate alla città sono previste il venerdì, sabato e domenica alle ore 11.00 e alle ore 15.00. Negli altri giorni su prenotazione.

Contatti:
Ufficio Turistico I.A.T. di Savigliano
Palazzo Taffini d’Acceglio
Via Sant’Andrea, 53
Tel. e fax 0172 370736
Facebook:
Ufficio Turistico di Savigliano

ufficioturistico@comune.sav...
Piazza Vecchia, Piazza Foranea, Piazza del Presidio: questi i nomi con i quali nel tempo è stata conosciuta. Piazza Santa Rosa, il suo ultimo e più recente appellativo, lo si deve alla presenza del monumento dedicato a Santorre di Santa Rosa, anima dei moti rivoluzionari del 1821. Si fa risalire la formazione con ogni probabilità agli anni della Lega Lombarda, quando il Comune decise di riunire nel presidio le famiglie nobili. La Piazza Vecchia consolidò la propria vocazione ad ampio spazio aperto nella seconda metà del XIII secolo con l’apertura di botteghe per il commercio. Fino al Cinquecento i nobili costruirono le loro abitazioni sul perimetro della piazza. Il profilo della Savigliano medievale doveva essere estremamente ricco di torri che, erano vere e proprie abitazioni ed abbinavano l’uso residenziale a quello difensivo e di ostentazione del potere. Oggi si possono contare ancora una quindicina di torri, perlopiù ribassate o inglobate in altri edifici. Con l’edificazione della seconda cinta muraria, a metà Trecento, l’intensa attività delle fornaci fu utilizzata anche per decorare le abitazioni nobili; è così che nelle case torri della Piazza Vecchia si inseriscono le numerose decorazioni fittili, in parte visibili ancora oggi, utilizzate spesso per sottolineare le nuove ed eleganti finestre ad arco o bifora che vengono realizzate per rendere più luminosi gli ambienti interni. È con maggiore evidenza nel XV secolo, però, che si manifesta il vero e proprio piano urbanistico della città sulla piazza: vengono trasferite le beccherie, in un’altra zona della città per evitare rumori ed odori poco consoni al rango del luogo; si impone ai proprietari di avanzare le loro case dotandole di portici e gallerie “di lastricare in pietra il sedime antistante la loro proprietà." Tale riorganizzazione portò ad un avanzamento dei corpi di fabbrica con il riassetto degli attuali portici e la realizzazione di nuovi prospetti. Altre trasformazioni si avranno nel XVII secolo specialmente con la costruzione di logge, e nei secoli XIX e XX quando si tenderà ad uniformare i fronti edilizi. Sulla piazza sono presenti ancora oggi l’antico Palazzo del Comune, l’Arco Trionfale, la grande Torre Civica, “Casa Pasero”. Gli interventi di ristrutturazione della piazza, individuata come bene storico artistico dalla cittadinanza, iniziano negli anni settanta del Novecento portando alla luce facciate in cotto, finestre e decorazioni pittoriche, testimonianza delle epoche tardo gotica-rinascimentale e seicentesca. Nel 1865 il Consiglio Comunale decide di indire un concorso per la realizzazione di un monumento dedicato alla celebrazione del saviglianese Santorre di Santa Rosa. Il vincitore risulta essere il ferrarese Giuseppe Lucchetti Rossi, invitato a parteciparvi dall’abate di San Pietro. Inaugurato il 22 agosto 1869.
CALENDARIO EVENTIPRESSNEWSMETEOMAPPE
© 2011 ENTE MANIFESTAZIONI srl • Uffici: Ala Polifunzionale • Piazza del Popolo, 29/c • 12038 SAVIGLIANO • Sede Legale: Corso Roma, 36 - 12038 SAVIGLIANO
Partita IVA e Cod. Fisc. n. 02132340049 • Tel.0172/712536 • Fax 0172/294935 • Registro Imprese di Cuneo 02132340049 • All rights reserved •
Credits