SEGUICI
Museo Ferroviario Piemontese
Museo Ferroviario Sommelier - Grandis - Grattoni

Via Coloira,7
Tel. 0172/31192
Orario di apertura:
sabato, domenica e festivi
ore 10.00-12.00 / 14.30-17.30
Giovedì ore 14.30-17.30
Per comitive su appuntamento.
Il grande plastico digitale funziona il sabato dalle 14.30 alle 17.30

asamf@museoferroviariopiemo...
www.museoferroviariopiemontese.com/
Grazie all’attività dell’Associazione “Museo Ferroviario Piemontese” ed al contributo della Regione Piemonte in virtù della legge 56/96, è stato possibile realizzare a Savigliano, in Via Coloira, la sede del Museo Ferroviario Piemontese. Dalla posa della prima pietra avvenuta il 29 maggio 1999 si dovette attendere il 2003 per l’inaugurazione ufficiale del Museo dedicato alla memoria di tre grandi ingegneri piemontesi, il cui nome è ricordato principalmente per la realizzazione del traforo del Frejus: Sebastiano Grandis, Severino Grattoni e German Sommeiller. Le “sale” espositive del museo sono in parte nell’edificio ed in parte su rotaia; la caratteristica principale del museo è quella di mantenere, grazie ai numerosi volontari, un certo numero di carrozze e locomotive in funzione che in occasioni particolari o per i turisti, effettuano ancora brevi viaggi. Esternamente il museo è composto da tre settori: la piattaforma girevole con annessa “rotonda”, che costituisce il “cuore” del museo e rappresenta un raro pezzo di archeologia industriale, la “stazione di testa”, costituita da due binari e quattro scambi con interconnessione a croce, e il “fascio di smistamento”, dove sono esposti carri e carrozze, situato nella fascia lungo la linea Savigliano-Saluzzo. Internamente la sala espositiva è costituita da esempi e modellini di rotabili delle varie epoche e parti di locomotive e vagoni utili per raccontare la storia del treno in generale e della fabbrica di treni saviglianese in particolare. Completano l’esposizione due importanti plastici funzionanti: il primo realizzato da Manfred Kalivoda, raffigurante la stazione di Waldkirchen, su un tratto di ferrovia secondaria austriaca, ed il secondo – donato recentemente dal sig. Riccardo Mina – è interamente a comando elettronico digitale e permette di pilotare convogli indipendentemente l’uno dall’altro, con un sistema simile a quello con il quale circolano i treni nella realtà. Il plastico progettato e realizzato da Paolo Portigliatti e Paolo Viganò è suddiviso in due sezioni distinte, una adatta ad ospitare modelli in scala-H0 sistema Marklin a terza rotaia, mentre l’altra è destinata ai convogli, sempre in scala H0, nel più comune sistema “a due rotaie”. Complessivamente l’opera raggiunge 10x2 metri. Al secondo piano del museo si trovano un’ampia sala congressi ed una biblioteca.
CALENDARIO EVENTIPRESSNEWSMETEOMAPPE
© 2011 ENTE MANIFESTAZIONI srl • Uffici: Ala Polifunzionale • Piazza del Popolo, 29/c • 12038 SAVIGLIANO • Sede Legale: Corso Roma, 36 - 12038 SAVIGLIANO
Partita IVA e Cod. Fisc. n. 02132340049 • Tel.0172/712536 • Fax 0172/294935 • Registro Imprese di Cuneo 02132340049 • All rights reserved •
Credits